SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Vogliamo promuovere una giornata dedicata all’assenza di acquisti di ogni genere, per porre una seria riflessione sul nostro stile di vita, condizionato da questo sistema economico che ci induce, tramite la pubblicità, a consumare continuamente ed in misura sempre maggiore». Questo in sintesi lo scopo della “Giornata del non acquisto” del 9 dicembre che non si tradurrà in un semplice slogan, ma in un vero e proprio incontro presso la Rotonda e in Viale delle Palme.

Molti i temi che verranno trattati: “Acqua bene pubblico”, “Cosmesi: cosa ci spalmiamo?” (con un invito a portarsi o ad appuntarsi i prodotti che abitualmente si usano per la cura del corpo per sottoporli al vaglio), gli Organismi Geneticamente Modificati, i diritti d’autore, copyright e brevetti, ma anche di decrescita, bilanci di Giustizia, del Gruppo di acquisto solidale. Previsti anche pasti conviviali “al sacco”.

«Lo spirito della giornata – spiega la nota stampa – non è solo informativo, ma anche da stimolo affinché più persone si possano incontrare per ascoltare e discutere di temi di cui solitamente non si parla. Lo spirito è anche quello di slegarci dagli acquisti e dalle cattedrali del consumo per riappropriarci anche della piazza (ultimamente sempre più svuotata) come luogo di incontro e socializzazione dei cittadini».

Aderiscono all’iniziativa diverse associazioni: Bilanci di Giustizia,”PiuconMeno” (Associazione Picena per la Decrescita), Associazione “Sos Missionario”, Associazione “Blow Up”, Associazione “Ascoliequosolidale” e Gruppo di acquisto solidale “Gasper”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 591 volte, 1 oggi)