SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comitato per la riqualificazione dello stadio Ballarin interviene in merito alla possibilità che l’antico e glorioso stadio venga, una volta acquistato dal Comune, affidato alla Fondazione Carisap che, per ora, ha dichiarato che investirà tra i 5 e i 10 milioni di euro per una sala polivalente che sarà realizzata da un grande nome dell’architettura.
La posizione del Comitato è, invece, quella di mantenere la Curva sud come memoria storica del tifo sambenedettese, adibendola anche a gradinata per un’arena all’aperto e aprendo un Museo della Samb all’interno.
«Questo Comitato prende atto di quella che, oltre ogni sfarzosa dichiarazione, rimane ancora una bella manifestazione di intenti» esordisce con tocco ironico la nota.
Per quel che concerne quanto detto nella sopra citata conferenza stampa, il Comitato ribadisce i suoi principi: «Vogliamo salvaguardare “almeno” la Curva Sud per poter creare in una parte dei locali sottostanti il museo storico della Sambenedettese Calcio, e il Comitato andrà avanti nel proprio iter con la già prevista raccolta di firme».
«Lungi da noi voler entrare in polemica con l’amministrazione – continua il Comitato – ma quantomeno un invito ad assistere, oltre che alla stampa, poteva essere esteso anche a questo Comitato. Rimaniamo in attesa, come la cittadinanza tutta, di prendere visione di questo ambizioso progetto, che prevede la donazione di una così vasta area di proprietà di tutti i cittadini sambenedettesi alla Fondazione Carisap, fermo restando che questo Comitato pur rimanendo legato ai propri intenti si ribadisce aperto ad accogliere, senza pregiudizi, quelle che sono le legittime istanze di crescita e sviluppo della città».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 960 volte, 1 oggi)