SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Zouhair Ben Hamed è il consigliere comunale aggiunto in rappresentanza degli immigrati extracomunitari.
Tunisino, 46 anni, operaio metalmeccanico, risiede a San Benedetto da oltre 20 anni. È stato eletto nel corso della votazione che si è svolta domenica 2 dicembre. Il seggio era allestito all’auditorium comunale ed è rimasto aperto dalle 9 alle 20.
Ha votato il 12,02% dei 1289 aventi diritto, quindi 155 persone. Le schede bianche sono state 9, le nulle 8 e i voti validi 138.
Nel corso della giornata l’Ufficio comunale ha rilasciato 35 duplicati della tessera elettorale. Le liste in competizione erano due: “Partecipazione democratica e popolare – Asia” , con due candidati e “Lista multietnica”, con cinque candidati.
Il Regolamento per l’elezione e le funzioni del consigliere aggiunto per l’immigrazione nel Consiglio comunale dispone che risulta eletto il candidato che abbia ottenuto la “cifra individuale” più alta, data dalla somma tra i voti ottenuti dalla lista per la quale ci si presenta e il numero di preferenze personali ottenute.
Per la “Lista multietnica”, Ben Hamed ha ottenuto 180 voti, di cui 108 andati alla lista e 72 preferenze personali.
Discorso diverso per quanto riguarda la “Consulta degli immigrati”, per la quale, in base al numero e alla composizione dei residenti stranieri, erano disponibili 8 seggi riservati agli europei (che hanno ottenuto complessivamente 45 voti), 3 agli africani (63 voti), uno agli americani (6 voti), uno agli asiatici (33 voti). Sono risultati eletti tutti i candidati, dal momento che erano in numero inferiore ai posti disponibili: per l’Africa Ben Hamed con 56 voti e Msamba Samson (Tanzania) con un voto; per l’Europa Suzana Hysa (Albania) con 24 voti, la Iaroch con 10 voti, la Kravtsova con 5 e Andriy Chernyskov (Russia) con 3 voti; per l’America la Gutierrez con 6 voti; per l’Asia Aysegul Sarac (Turchia) con 33 voti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 826 volte, 1 oggi)