Centobuchi-Sangiueste 2-0
CENTOBUCHI: Merletti, Alessandrini, Mozzoni, Corradetti, Cameli, Pini, Cesani, Simoni, Vidallè (30’st De Amicis), Cacciatore (40’st, Ciotti), Pesce Giuseppe (24’st Troli). A disposizione: Di Giacomo, Costescu, Di Giuseppe, Pesce Gianluca. Allenatore: Sestilio Marocchi.
SANGIUSTESE: Pandolfi, Carelli, Del Papa (1’st Temperini), Magallanes (1’st Calvaresi), Bordoni, Arcolai, Carboni, Vitali, Gentili (24’st De Freitas), Giandomenico, Polinesi. A disposizione: Maccari, Ledda, Tartarelli, Pigini. Allenatore: Tiziano Giudici.
Arbitro: Benassi di Bologna.
Assistenti: Donnarumma di Pesaro e Serpilli di Ancona.
Marcatori: 31’ e 45’ pt Vidallè (C).
Ammoniti: Alessandrini, Cesani (C); Carelli, Magallanes, Vitali, Polinesi (S).
Espulsi: Carboni (S).
Angoli: 2-2.
Recuperi: 2′ pt, 2′ st.
Spettatoti: 400 circa, con una sparuta rappresentanza ospite.
MONTEPRANDONE – Doppio Vidallè e il Centobuchi va. E’ il terzo risultato utile di fila per la squadra di Marocchi, ma soprattutto contro la Sangiustese, spodestata dalla vetta della graduatoria dalla Renato Curi, è arrivato il settimo punto dopo tre domeniche.
Simoni e soci sembrano avere imboccato la strada giusta e che sia l’attaccante argentino, autore di una bella doppietta – e ora salito a quota quattro nella classifica cannonieri del girone F – a guidare la riscossa biancoceleste, è davvero un bel vedere. Il gaucho, di nuovo in campo dopo aver scontato tre turni di squalifica, ha letteralmente annichilito una Sangiustese brutta, abulica, ben al di sotto della sua reputazione.
Al Comunale le due contendenti non hanno giocato una bella partita: troppo nervosismo da ambo le parti, a testimonianza del fatto che la posta in palio era alta. L’arbitraggio alla fine ha scontentato tutte e due.
La cronaca. Al 4′ si fanno vedere i locali: Cesani per Cacciatore, anticipato dalla difesa rossoblu. Al 13′ sono gli ospiti a rendersi pericolosi con una conclusione di Carboni, ma Merletti fa buona guardia. Seguono altri tentativi da parte della Sangiustese, che però non impensierisce più di tanto la difesa di casa. Il Centobuchi ci prova con Vidallè, ma senza costrutto.
Al 31′ il risultato si sblocca: percussione in area di Pesce, atterrato da Carboni e Garelli: l’arbitro decreta il penalty. Si incarica della battuta Vidallè che porta in vantaggio la sua squadra.
La squadra di Giudiuci prova a reagire, ma il Centobuchi giganteggia a centrocampo con un Simoni letteralmente in stato di grazia. Al 45′ il raddoppio, sempre ad opera di Vidallè. Pini recupera palla sulla mediana e serve sulla sinistra il gaucho che indovina un diagonale preciso, timbrando il quarto gol stagionale.
Ripresa più avara di occasioni da rete. La banda Marocchi ha tutto l’interesse di badare al mantenimento del doppio vantaggio, mentre in casa Sangiustese sale il nervosismo, tanto che l’arbitro è costretto a estrarre diversi cartellini gialli. Al 27′ viene espulso Carboni, che rimedia la seconda ammonizione.
Al 64′ Cacciatore sfiora il tris: il suo tiro viene respinto sulla linea di porta da Arcolai. L’ultimo sussulto è di marca ospite, ma De Freitas non riesce a inquadrare lo specchio della porta.
Il Centobuchi non fa una piega e riesce a gestire l’incontro fino alla fine. Dopo il 90′ cori e applausi per tutti gli uomini in maglia biancoceleste.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 752 volte, 1 oggi)