ASCOLI PICENO – Partirà a dicembre un corso amatoriale per apprendere dai maestri pizzaioli delle Marche tutti i segreti per preparare un’ottima “crescia tradizionale”, utilizzando ingredienti biologici e genuini prodotti nel territorio.
Il progetto che si chiama “Cresci…a bio” è promosso dalla Provincia di Ascoli Piceno in collaborazione con “Filieracorta picena”, Aiab Marche (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) e Apm (Associazione Pizzaioli Marchigiani) e nasce per sensibilizzare i consumatori sui prodotti dell’agricoltura biologica e la riscoperta dell’artigianato agro-alimentare locale.
Il progetto prevede una serie di appuntamenti distribuiti nel mese di dicembre in tutta la provincia. I corsi della durata di una serata con inizio alle ore 19, prenderanno il via il 4 dicembre presso l’agriturismo Villa Cicchi di Ascoli Piceno e si concluderanno il 20 a Offida. Il costo è di 30 euro, un prezzo che comprende materie prime, divisa e attestato di partecipazione, oltre che una cena offerta dal locale ospitante.
«Dopo aver lanciato il concetto di filiera corta come nuova formula di approvvigionamento di prodotti alimentari biologici – ha dichiarato l’assessore provinciale all’Agricoltura Avelio Marini – la Provincia intende ora sensibilizzare ulteriormente i consumatori finali per la creazione di un vero e proprio circuito virtuoso che unisca insieme buona tavola, turismo e rispetto per l’ambiente».
«A chi partecipa ai corsi – ha spiegato Renato Andrenelli, presidente dell’Apm – verrà insegnato come realizzare una “crescia” di qualità, gli abbinamenti ai cibi possibili, i luoghi dove poter gustare questa specialità e reperire i kit di farina bio per la realizzazione».
Per ogni informazione contattare lo Sportello “filieracorta Picena” al numero Verde 800 340 303.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 737 volte, 1 oggi)