CUPRA MARITTIMA – I pronostici la davano già sconfitta in partenza. La Cuprense ha sorprese tutti, almeno in questa prima fase del torneo di Promozione. Dopo tredici giornate, si trova al quinto posto a pari punti (21) con l’Atletico Piceno e con la miglior difesa del girone (appena 5 i gol subìti) insieme alla capolista Montegranaro.
Una bella soddisfazione per il tecnico Pasquale Minuti che ha scelto personalmente i giocatori che ha disposIzione. «Un successo bello e sudato – dice l’allenatore gialloblu riferendosi alla vittoria ottenuta lo scorso fine settimana contro l’Atletico Piceno – che ci dà morale e convinzione per andare avanti».
C’è però di che rammaricarsi: «Purtroppo gli infortuni e le squalifiche non mi hanno mai permesso di mettere in campo gli stessi uomini. Ho dato spazio a tutti, mi manca solo di fare esordire un giovane classe 90. Spero di farlo presto».
Quanto agli avversari, Minuti è categorico: «Ho paura soprattutto della testa dei miei giocatori. Spero continuino a migliorare come mi pare stiano facendo. Se continuiamo con questa grinta e determinazione possiamo andare lontano. Guai ad abbassare la guardia, la classifica è talmente corta che potremmo ritrovarci di colpo in basso”.
E nel prossimo week end la Cuprende andrà a fare visita al Matelica. Mister Minuti dovrà rinunciare a Umberto Splendiani, vittima di uno stiramento. In dubbio Lucidi e Silipo, alle prese con problemi di tipo muscolare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 414 volte, 1 oggi)