SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sui recenti rilievi fatti dalla Corte dei Conti al Comune [CLICCA QUI] è stato detto molto, spesso con tecnicismi poco accessibili ai cittadini. Però mercoledì in commissione Bilancio il dirigente del settore Finanze del Comune Antonio Rosati ha fornito una delucidazione chiara: «Siamo molto attenti al rapporto fra le entrate fisse e le spese fisse».
Il rilievo fatto dalla magistratura contabile infatti ammoniva proprio a diminuire l’incidenza degli introiti a carattere di eccezionalità (come quelli per la legge Bucalossi) sulla spesa corrente del Comune.

Ma Rosati, fra le altre cose, ha anche espresso un’opinione sostenuta da Sambenedettoggi.it, soprattutto quando si parla di consulenze esterne e sprechi. Sentitelo: «All’interno della spesa corrente ci sono tante voci che potrebbero essere tagliate. Mi riferisco agli incarichi esterni, ad alcune spese per determinati beni e servizi, al personale a tempo determinato».

Il Comune dovrà aumentare le tasse nel 2008? Così pare, perché occorrerebbe aumentare le entrate consolidate e anche perché l’extra gettito fiscale di quest’anno (il “tesoretto” di cui parliamo QUI), non si ripeterà l’anno prossimo nella stessa portata.
Nel 2008 invece aumenterà la spesa per il personale (300 mila euro di aumento da contratti nazionali di lavoro) e ci sarà un adeguamento Istat di 160 mila euro per i servizi ambientali.
Occorre non abbassare la guardia sulla spesa, sembrano ammonire i contabili del Comune. La buona notizia è che la legge Finanziaria dello Stato, nella sua versione licenziata dal Senato, manterrà la deroga sull’uso degli introiti da oneri di urbanizzazione nella spesa corrente (per un massimo del 25%). L’anno scorso si è approfittato di questa deroga per evitare di alzare le tasse.

Una nota positiva e paradossale, infine: l’aver stretto la cinghia per rispettare il Patto di Stabilità è servito ben poco. La nuova Finanziaria infatti pare confermare la deroga al rispetto dei vincoli per tutti gli enti locali reduci da un commissariamento dal 2004 in poi, fra i quali c’è anche la città delle palme.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 851 volte, 1 oggi)