MARTINSICURO – Sei disabile? Non avrai il tuo chalet. Lo scorso 22 novembre, durante un incontro della commissione consiliare “Governo del Territorio”, la maggioranza ha espresso la volontà di escludere l’Anfass – l’Associazione che si occupa del sostegno e dell’assistenza dei disabili fisici e mentali – dalla concessione per la costruzione dello chalet “Handisport“, struttura con servizi di accesso ai disabili motori anche gravi che avrebbe dovuto costituire un punto di incontro e di riferimento non solo per le famiglie con disabili della Val Vibrata, ma anche per i tanti turisti che spesso non hanno modo di accedere alle strutture balneari per mancanza di servizi adeguati.

Secondo le motivazioni date dalla maggioranza, lo spazio che sarebbe dovuto essere destinato alla costruzione dello chalet non sarebbe più idoneo allo scopo. I rappresentanti dei gruppi consiliari di opposizione hanno invitato la maggioranza a rivedere la decisione ed eventualmente ad individuare un’altra ubicazione in cui permettere la costruzione dello chalet.

«E’ stato un fulmine a ciel sereno – ha commentato rammaricata Danila Corsi, Presidente dell’Anffas – soprattutto perché avremmo preferito avere con l’amministrazione comunale un incontro chiarificatore». Ad ogni modo il progetto per la costruzione dello chalet è stato già approvato dalla Regione Abruzzo ed è stato finanziato dal Dipartimento per gli Affari Sociali della presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel caso in cui la decisione dovesse essere confermata, si prospetta anche un eventuale ricorso dell’associazione nei confronti dell’amministrazione comunale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 571 volte, 1 oggi)