ACQUAVIVA PICENA – Punto su punto, così l’Acquaviva deve costruire la sua stagione. Partita con gli occhi puntati addosso in virtù dello splendido campionato passato, ha dovuto invece fare i conti con un inizio deludente che ha condizionato il rendimento dell’intero gruppo.
Dopo la vittoria sul Pagliare, successo che ha spezzato un digiuno che durava da due domeniche, gli aranciocelesti guardano al prosieguo di stagione con un pizzico di ottimismo in più.
«Abbiamo fatto una gran bella partita» ha detto fiero mister Mascitti. «Era da tanto che non vedevo la mia squadra così concreta e motivata».
«Questo successo ci ha ritemprato riportando entusiasmo tra i giocatori e la società – ha proseguito il tecnico dell’Acquaviva – Adesso possiamo affrontare il prossimo avversario con maggiore tranquillità e consapevolezza dei nostri mezzi. Anche se in trasferta abbiamo raccolto pochi punti, per tanti motivi, vogliamo invertire la rotta».
Sabato prossimo aranciocelesti di scena a Porto d’Ascoli. Derby dentro il derby: mister Deogratias si troverà di fronte suo figlio Davide, che due anni fa ha sconfitto suo padre nel corso del match tra l’Offida e la Valtesino. A tale proposito il tecnico Mascitti commenta: «Davide Deogratias è un ottimo giocatore, può fare gol perché ha un bel tiro dalla distanza e calcia bene le punizioni. Magari se in porta ci fosse il padre sarebbe difficile passare».
Al Ciarrocchi rientrerò, scontato il turno di squalifica, Traini. Clementi invece tornerà a disposizione ad annuo nuovo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 435 volte, 1 oggi)