GROTTAMMARE – La minoranza di centrodestra ha abbandonato il consiglio comunale, che si è svolto la sera del 26 novembre, come segno di protesta per «la carenza di documentazione per la consultazione, in particolare per il mancato recapito di copia degli atti dei punti inerenti il bilancio».

Per l’opposizione, e specificatamente per i consiglieri Maria Grazia Concetti e Daniele Voltattorni (Forza Italia) e Raffaele Rossi (Alleanza Nazionale), non è la prima volta che ciò avviene, impedendo la discussione in sede di consiglio: secondo i consiglieri, la causa è da ravvisare in un errore dell’ufficio Ragioneria, non nuovo ultimamente, secondo il centrodestra, ad errori (invio di “cartelle pazze” per tributi non dovuti, immissione errata dei dati contabili, richiamo della Corte dei Conti), nonostante un notevole aumento di organico (dai 2 dipendenti del 1994 ai 10 attuali).

«Non siamo degli abusivi» scrivono i consiglieri di opposizione, «e nonostante quanto la legge preveda in materia e i nostri continui richiami non sembra, però, che i comportamenti dell’amministrazione siano mai cambiati dall’inizio del mandato».

«Ci riserveremo di segnalare queste continue e sistematiche irregolarità agli organi competenti per vedere finalmente ripristinati il rispetto dei diritti consiglieri, la tutela dei cittadini e della legalità» conclude la nota. Tra l’altro il centrodestra ha richiesto l’invio del materiale via e-mail in modo da ridurre gli sprechi di materiale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 516 volte, 1 oggi)