SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sei giovanissimi atleti del Basket Club San Benedetto si sono classificati al quarto posto, nella loro categoria, all’undicesima edizione del “Pityke Cup International Basketball”.
Una bella soddisfazione per la società rivierasca, che ha appena aperto la nuova stagione del minibasket, attivando i corsi di San Benedetto al Liceo Classico e alla Manzoni e riprendendo, dopo un lungo stop, quello di Porto d’Ascoli, nella palestra della scuola Colleoni.
Matteo Vallesi, Aaron Alfonsi, Carlo Giuliani, Alessandro Franceschini, Lorenzo Luciani e Maurilio Pomilia, accompagnati dalla responsabile del minibasket Erika Racamato, si sono fatti onore tra le settanta squadre presenti al Torneo, contro formazioni provenienti da tutta Europa. Quello rossoblu, formato dai sambenedettesi e dai ragazzini della Victoria Fermo guidati da Marco Marilungo e Maria Principini, era tra l’altro l’unico team italiano presente.
«Un’esperienza molto interessante poiché ha permesso ai nostri piccoli atleti di confrontarsi con i loro coetanei di paesi diversi, a livello sportivo ma anche umano» spiega la Racamato. «Al di là del risultato, credo sia questa la cosa più importante».
Il settore minibasket del Basket Club conta oltre un centinaio di iscritti, divisi tra i centri di San Benedetto e Porto d’Ascoli. A seguirli, oltre alla Racamato, c’è il coordinatore del Settore giovanile, Virgilio Bertola, e il coach Antonio Pieramico.
La novità di quest’anno è senza dubbio il ritorno alla scuola Colleoni, dopo che negli anni scorsi una serie di situazioni e scelte molto contestate avevano determinato l’esclusione del Basket Club a vantaggio di altre società provenienti da fuori. Un danno prolungato all’attività cestistica sambenedettese al quale è stato finalmente posto rimedio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.927 volte, 1 oggi)