ACQUAVIVA PICENA – Un attaccante alla corte di Franco Mascitti, che parla di «montagne russe» per descrivere l’altalenante cammino del suo Acquaviva: Cavezzini si trasferisce dalla Civitanovese di mister Beni in arancioceleste. La punta classe 1986 nel recente passato ha militato nelle file della Samb, nel settore giovanile del Perugia e nel Guidonia.
Domenica intanto l’Acquaviva riceverà la visita della capolista Pagliare, reduce dalla cocente sconfitta contro il Montottone. «Sarà dura» ha detto in proposito mister Mascitti. «Resta comunque la prima della classe nonostante la battuta d’arresto. Ci teniamo a fare una bella figura».
Il tecnico arancioceleste prova poi a spiegare i motivi della delicata situazione che vive la sua squadra, al sestultimo posto in classifica, a sole quattro lunghezze dal fanalino di coda Truentina: «Il fatto di aver iniziato male la stagione con tre sconfitte ci ha bloccato psicologicamente. Stiamo cercando di venire fuori da questo tunnel, dobbiamo dare continuità ai risultati specie fuori casa. Magari un risultato positivo con il Pagliare può aiutarci, anche se dobbiamo seguitare a lavorare sodo sotto tutti i punti di vista. Abbiamo l’obbligo morale di migliorare la classifica, soprattuto se pensiamo a quanto di buono fatto lo scorso anno».
Non sarà dell’incontro Traini, fermato dal Giudice Sportivo. Ancora assente Clementi, mentre Balletta, pur non essendo in perfette condizioni fisiche, si renderà disponibile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 487 volte, 1 oggi)