SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Enrico Piccioni risparmierà a gran parte dei titolari l’impegno di Coppa Italia.
L’allenatore della Samb preferisce dare l’opportunità a chi ha giocato meno di farsi vedere e a qualcun altro di ritrovare la condizione migliore. Chi pensava che l’impegno contro la Cisco Roma potesse fungere da prova generale per la sfida di campionato di domenica prossima al cospetto della Massese, è rimasto deluso. Per il primo round dei sedicesimi di finale spazio alla “Samb 2”.
«Il prossimo mese e mezzo sarà fondamentale per il nostro campionato. Alla luce degli impegni, fittissimi, da qui in dicembre preferiamo far riposare qualcuno» ha detto in proposito il tecnico rossoblu prima di salire sul pullman che lo ha portato, assieme ai diciotto convocati, nella capitale.
Guai però a parlargli di titolari e riserve. «In questo momento abbiamo bisogno di tutti quanti. Non è detto che chi giocherà mercoledì poi domenica, contro la Massese, riposerà. La Coppa Italia è una vetrina importante, alla quale teniamo, anche perché ci consente di tenere sulla corda un organico come il nostro, molto numeroso. Dunque non snobberemo l’impegno, anzi: speriamo di proseguire il nostro cammino il più possibile».
E contro la Cisco di Francesco Gagliardi, giocheranno dal 1′ sia Palladini che Tulli. «Ottavio è un giocatore molto importante per noi; l’impegno di Coppa ci consentirà di riaverlo al meglio della condizione. Sono curioso di vedere all’opera dall’inizio anche Tulli, un ragazzo che possiede grandi doti». Quanto a Caselli, l’ex attaccante della Berretti «dovrebbe essere della partita almeno per un tempo».
Piccioni si lascia andare a una considerazione dopo lo stop dei campionati. «Ho visto un gruppo molto motivato alla ripresa degli allenamenti. Questo mi fa ben sperare per il futuro. Il mercato? I ragazzi devono essere bravi a non badare a quanto scrivono i giornali. Anzi, questo deve essere da stimolo, nel calcio le cose cambiano in fretta. C’è tempo per ribaltare giudizi e previsioni».
QUI ROMA. Non sarà la migliore Cisco quella che mercoledì affronterà i rossoblu. Mister Gagliardi quasi certamente terrà a riposo qualche titolare. Uno su tutti Paolo Di Canio, alle prese con un fastidio muscolare: l’ex bandiera della Lazio verrà risparmiata per il campionato.
Stessa sorte dovrebbe toccare al difensore Ferri, all’attaccante maltese Bogdanovic e all’ex Samb Andrea Cottini (nelle file biancorosse ci sono altre due vecchie conoscenze rossoblu, vale a dire Marco Angeletti e Alessandro Zamperini).
Si ringrazia per la collaborazione Gianluca Giannini del Corriere Laziale

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 840 volte, 1 oggi)