MARTINSICURO – Si è tenuta ieri domenica 18 novembre a Martinsicuro la prima edizione del Premio “Una Rosa per il Palcoscenico“, organizzato dall’Associazione Villa Rosa Cultura tenutosi presso la sala del Park Hotel di Villa Rosa. Numerosi gli ospiti di rilievo che hanno partecipato all’evento e che hanno ricevuto un premio per diverse categorie inerenti il mondo teatrale, come la giornalista Giovanna Milella, storica conduttrice della prima edizione della trasmissione televisiva “Chi l’ha visto” e passata attualmente alla conduzione del programma teatrale “Palcoscenico“, su Rai 2; Federico Fiorenza, direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo, il musicista Germano Mazzocchetti, l’attore Gabriele Lavia.

Assenti in un certo senso “giustificati” sono stati il regista teatrale Daniele Salvo, arrivato ieri pomeriggio a Martinsicuro ma poi dovuto andare via in serata per motivi professionali (e per il quale ha ritirato il premio l’attore Giacinto Palmarini), e l’attrice Lucrezia Lante Della Rovere, che ha dovuto disdire l’appuntamento all’ultimo momento in quanto ospite a Domenica In per la promozione del telefilm “Donna detective“.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Cultura Villa Rosa con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema piuttosto disatteso, cioè quello dello sviluppo di una cultura teatrale, che porti nella zona rappresentazioni di spessore e grandi nomi del palcoscenico.

«Quella che ci proponiamo è una sfida – ha esordito il presidente dell’associazione Pietro Dursi – ossia portare nella Val Vibrata il Teatro. Impresa di certo non facile, dato che al momento i dodici comuni della Val Vibrata mancano di strutture adeguate a ospitare gli spettacoli, ma è proprio per questo che vogliamo sensibilizzare le amministrazioni affinché impegnino più risorse nel settore della cultura». E, Dursi, conclude la sua presentazione dell’evento con una provocazione: «La Val Vibrata: 12 Comuni, 25 campi di calcio, nessun teatro».

La presentazione degli ospiti è stata preceduta da brevi interventi del sindaco Abramo Di Salvatore e dell’Assessore provinciale alla Cultura Rosanna Di Liberatore.

«L’amministrazione Comunale di Martinsicuro – ha affermato Di Salvatore – è consapevole della mancanza di una struttura adeguata per eventi culturali nella città, e a tal fine abbiamo già dichiarato più volte la nostra intenzione di ristrutturare l’ex cinema Ambra. La questione verrà affrontata quanto prima, appena avremo superato alcuni problemi di bilancio».

Terminate le presentazioni di rito degli ospiti, il dibattito si è subito aperto sulla situazione del Teatro in Italia, di come venga visto dagli addetti ai lavori e dagli spettatori, dei diversi modi di assistere ad uno spettacolo teatrale, passando anche dalla tv.

Quasi subito Gabriele Lavia ha chiamato in causa Di Salvatore e l’assessore alla Cultura Vagnoni, rivolgendo loro un monito scherzoso sulla futura ristrutturazione del cinema Ambra: «Sindaco, assessore, per favore, non sbagliate. Il Teatro non è un edificio. E’ uno strumento. Come il liutaio non cambierebbe mai la forma di un violino, così l’architetto non deve mai cambiare la struttura di un teatro. Questo perché quasi tutti i nuovi teatri che vengono costruiti hanno una pessima acustica e una difficile visuale del palcoscenico, e tutti lo odiano, compreso il sindaco che ha approvato il progetto».

Un monito insomma per il rispetto delle semplici leggi architettoniche che hanno caratterizzato i più grandi teatri del mondo, ma che spesso vengono disattesi in nome di estetica ed estro piuttosto discutibili del progettista.

Tutti gli ospiti poi hanno ricevuto a fine serata il premio “Una rosa per il palcoscenico”, costituito da un piatto in ceramica appositamente creato per l’occasione dall’artista pescarese Sandro Visca.

Giovanna Micella è stata premiata per la categoria “Il Teatro in televisione“, Federico Fiorenza per “L’organizzazione e direzione teatrale“, Gabriele Lavia per “Il Volto e la maschera“, Germano Mazzocchetti per “La musica del teatro“, mentre Daniele Salvo per “La regia Teatrale“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.390 volte, 1 oggi)