Romagna Est Bellaria-Mail Express San Benedetto 3-1
BELLARIA: Tuccelli 3, Lucchi, Carmè 6, Zamagni 8, Valletta 1, Peccenini, Campana 8, Reali 1, Raggi 4, Tabarini F. 13, Tabarini A. 18, Bianchi (L). Allenatore: Gaspari.
SAN BENEDETTO: Della Nina, Caucci 2, Jurewicz 12, Rossetti, Gaspari 11, Faraone 10, Timpanaro 5, Grigolon 4, Laraia 1, Piccirillo, Raffaelli 10, Ciancio (L). Allenatore: Brutti.
Arbitri: Bacchi di Perugia e Pantella di Terni.
Parziali: 25-20, 17-25, 25-17, 25-22.
Durata incontro: 96’.
BELLARIA – Alla Mail Express non basta la classe dell’alzatore italo-brasiliano Alexandre Della Nina, all’esordio in maglia rossoblu – l’ex Caluso è stato tesserato giusto poche ore prima della trasferta in terra romagnola – per avere ragione della vicecapolista Bellaria. In Romagna la squadra di coach Brutti rimedia la quarta sconfitta stagionale, vedendo aumentare il distacco dalla vetta, ora a 10 lunghezze (c’è Viserba, con 18 punti).
Sabato è andato in scena il solito copione per la Mail Express formato trasferta, che regge sì e no un paio di set. Primo set equilibrato, condizionato dopo il 20 pari da un paio di decisioni dell’arbitro avverse ai sambenedettesi.
Nel secondo parziale gli ospiti reagiscono alla grande, ma poi è il tracollo: terzo e quarto set quasi a senso unico. Coach Brutti, ovviamente, a fine partita mastica amaro: «Abbiamo vissuto la vigilia di questa trasferta tutti molto concentrati, sentivo davvero che Bellaria potesse significare la svolta della nostra stagione. Una vittoria ci avrebbe dato una grossa spinta non solo a livello di classifica, ma soprattutto sotto il profilo del morale e della convinzione. E invece…».
E invece toccherà ripartire, sabato prossimo, contro Montorio, ospite al PalaSpeca. L’ennesimo appuntamento, per Jurewicz e soci, da non fallire.
CARRIERA DI DELLA NINA. Alexandre Della Nina, classe ’64, sembrava sul punto di accasarsi in B1, ma alla fine ha accettato di sposare il progetto della società di Bachisio Ledda e Mario Bianconi, sottoscrivendo un contratto annuale.
Della Nina, che l’anno passato ha difeso i colori del Volley Caluso (Serie B1 piemontese) e in precedenza aveva indossato la maglia della compagine siciliana dei Diavoli Rossi Nicosia, vanta una lunghissima corriera nella Serie A italiana. Dall’88 al 2003 il forte palleggiatore ha giocato nelle file di Salerno, Cuneo, Mantova, Verona, Vicenza, Forlì, Sant’Antioco, Cutrofiano e Vibo Valentia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 717 volte, 1 oggi)