MONTEPRANDONE- Il Centobuchi supera di una lunghezza la Pro Vasto. Questo il commento dell’allenatore piceno Sestilio Marocchi: «Certo che sono soddisfatto, noi abbiamo bisogno di continuità nei risultati perché la classifica è corta e non ci possiamo distrarre un attimo concedendo passi falsi come quello di domenica a Morro d’Oro. Oggi infatti festeggiamo, ma in generale sono rammaricato perché per quello che i ragazzi hanno fatto finora almeno 4 punti in più li avrebbero meritati».

Si può dire che a questa squadra manca un finalizzatore, visto che le palle gol si creano ma si segna poco? Risponde così l’allenatore biancoceleste:

«Potrei anche essere d’accordo, ma per il resto abbiamo attaccanti che le palle gol se le creano e che forse potrebbero concluderle meglio, ma o per bravura del portiere avversario o per imprecisione a volte non riescono come oggi a finalizzarle. Ma crearle rimane importante, però. E poi noi come finalizzatore dovremmo avere Vidallé quando gioca. Ecco io sono rammaricato per le espulsioni nelle quali caschiamo: una volta Vidallè, oggi invece è toccato a tempo scaduto a Cacciatore, sono cose che ci concediamo troppo spesso».

Riguardo ai nuovi innesti Ciotti e Pini, Marocchi la pensa così:

«Sono arrivati a metà settimana e per necessità, viste le assenze di Cameli in difesa e Simoni a centrocampo, li ho mandati subito in campo e hanno risposto alla grande tanto da farci pensare che era proprio loro che cercavamo. L’infortunio di De Angelis? Per fortuna non è nulla di serio, addirittura già da domenica potrebbe tornare disponibile. Se é sbagliato dal punto di vista psicologico togliere dal campo un giocatore subentrato? No, faccio i cambi in base a come procede la partita e a quello che penso mi serva durante il match e non guardo in faccia a nessuno.
E poi – continua Marocchi – i ragazzi conoscono e comprendono la mia psicologia e io comprendo la loro. Sanno che lo faccio per il bene della squadra e poi i cambi li avevo in testa perché mi serviva uno che saltava l’uomo e un altro che saltava di testa. Comunque ho tolto Costescu visto che non potevo togliere Cacciatore, perché lo devo recuperare e per recuperarlo lo devo far giocare per tutta o quasi la lunghezza del match. Fudulli? Non fa più parte della nostra rosa»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 432 volte, 1 oggi)