SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I Carabinieri di Cerignola (Fg) hanno arrestato il 20 enne Pasquale Pio G., il quarto uomo della banda responsabile di due rapine alla filiale della Banca Picena Truentina in via del Tiziano [CLICCA QUI].
Il giovane pugliese, gravato da numerosi precedenti penali a dispetto della verde età, era sfuggito al blitz organizzato dai militari dell’Arma la mattina del 12 novembre, a conclusione delle lunghe e laboriose indagini svolte dai colleghi di San Benedetto guidati dal capitano Giancarlo Vaccarini.
Pasquale Pio G. ha preso parte solo alla seconda rapina, quella del primo ottobre scorso, che fruttò ai delinquenti più di 13 mila euro. La banda di cui faceva parte non aveva basi in riviera, ma colpiva con il metodo della “toccata e fuga”; arrivava in città alle prime luci dell’alba, dopo aver studiato le rapine con meticolosi sopralluoghi; rubava un’auto in centro e dopo le rapine riprendeva l’auto “pulita” a bordo della quale aveva compiuto il viaggio dalla Puglia alle Marche, non prima di aver pranzato in uno dei migliori ristoranti di pesce.

In entrambi i casi i rapinatori sono stati aiutati dal fatto che i proprietari delle auto rubate non si accorgevano del furto e non sporgevano quindi la denuncia alle forze dell’ordine che avrebbe fatto immediatamente scattare i piani antirapina.

Ora il giovane rapinatore si trova agli arresti nel carcere di Foggia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.473 volte, 1 oggi)