in edicola su Sambenedettoggi.it sabato 17 novembreSAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Torre dell’Agraria continua a dividere. Non soltanto a San Benedetto, ovviamente. Il consigliere provinciale (oltre che comunale) Pasqualino Piunti (An) ha scritto al Presidente della Provincia Massimo Rossi una interrogazione, in merito alle considerazioni dei tecnici provinciali sull’opera.

«Le argomentazioni e i metodi di calcolo dei servizi nelle aree di espansione accettati possono essere trasmessi attraverso una direttiva della Provincia a tutti i Comuni del territorio?» scrive Piunti in maniera ironica e provocativa.

Secondo Piunti infatti, una maggiore quantità di servizi fu prevista in origine in metri quadrati 55.776 per venire incontro alle esigenze del quartiere, «da sempre privo di servizi pubblici. Oggi grazie a questa situazione che si è determinata, non solo si annulla questa situazione, ma vengono aumentate le superfici fondiarie edificabili a danno dei servizi e dei parcheggi per oltre 6900 metri quadrati e per una volumetria di metri cubi 27.860, con i servizi elevati quindi a metri quadri 56.160. Mancano, quindi, oltre 384 metri quadrati di servizi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 1 oggi)