da Sambenedettoggi.it in edicola giovedì 15 novembre

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una folla immane per l’ultimo saluto a Gabriele Sandri, lo sfortunato tifoso della Lazio morto domenica scorsa nei pressi di Arezzo per un colpo di pistola esploso da un agente di Polizia.
Tra quella folla anche una piccola delegazione di ultras della Curva Nord Massimo Cioffi. Cinque tifosi sambenedettesi che nella mattinata di mercoledì hanno raggiunto la capitale per rendere omaggio alla memoria di Gabriele, appoggiando una sciarpa rossoblu davanti alla chiesa San Pio X, dove si sono svolte le esequie.
Un segno di vicinanza da parte della tifoseria di casa nostra, un gesto di solidarietà nei confronti di una famiglia, di una tifoseria, di una città colpite da un grande lutto.
Una goccia in mezzo a un mare di stoffa, perché nello spazio prospiciente la cattedrale erano adagiati vessilli praticamente di tutte le squadre italiane. Dentro e fuori la chiesa poi migliaia e migliaia di persone: rappresentanti delle istituzioni e personaggi del mondo del calcio, compreso un Francesco Totti in lacrime.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.269 volte, 1 oggi)