Nuorese-Sambenedettese 0-3
NUORESE (4-4-2): Demontis, Sulas (8’ st Piu), Catte (cap.), Tiana, Maccioni, Piras F. (17’ st Manne), Delogu, Ganga, Piras L. (12’ st Africano), Lai, Capello. A disposizione: Capelli, Pinna. Allenatore: Marco Marchi.
SAMB (4-4-2): Bordoni, Natalini, Moi (26’ st Bizzarri), Cappella (cap.), Balestra, Massi, Lunerti (33’ st De Palma), Valente, Pomirio (30’ st D’Ippolito), Piccioni, Pierantozzi. A disposizione: Rosati, Damiani, Giuliani, Marini. Allenatore: Matteo Mercuri.
Arbitro: Alberto Zou di Ozieri (SS).
Assistenti: Antonio Meledina e Giovanni Antonio Manca di Ozieri (SS).
Marcatori: 2’ pt Moi (S); 10’ st Piccioni (S); 43’ st Pierantozzi (S).
NOTE: spettatori 100 circa. Angoli: 6 a 1 per la Sambenedettese. Espulsi: nessuno. Ammoniti: Nuorese: Piu e Catte per gioco falloso. Sambenedettese: Bizzarri per non essersi fermato dopo il fischio dell’arbitro. Recuperi: 1’pt +1’ st.
NUORO – Una buona Sambenedettese, impegnata sul campo de “La Solitudine” di Nuoro nell’ottava giornata di andata del Campionato Nazionale “Berretti”, ha superato meritatamente i padroni di casa della Nuorese con un secco 3 a 0 che non lascia adito a discussioni.
I marchigiani, ben disposti in campo, hanno fatto la gara, sono passati in vantaggio al primo affondo con Davide Moi, sardo di Quartu Sant’Elena, anche se sono riusciti a concretizzare la netta superiorità tecnica e tattica espressa in campo solo nella ripresa grazie ai gol di Piccioni e Pierantozzi.
I padroni di casa, invece, in formazione ampiamente rimaneggiata, si sono fatti più intraprendenti solo nella seconda parte della ripresa quando hanno tentato di riagguantare il risultato, ma non sono riusciti ad impensierire l’estremo difensore Bordoni.
I marchigiani hanno fornito una buona prova corale, mostrandosi una squadra capace di praticare un pressing a tutto campo che non ha fatto ragionare la Nuorese. La presenza in campo, poi, di Davide Moi, giocatore della prima squadra e autore del primo gol, ha dato tranquillità alla difesa e chiuso ogni velleità di rimonta della Nuorese.
La cronaca. Per la Nuorese non c’è neanche il tempo di prendere le misure agli avversari che la Sambenedettese passa in vantaggio. Massi, in proiezione offensiva, viene fermato al limite dell’area da Catte. Sulla palla si porta Moi che calcia sulla barriera. La difesa della Nuorese non riesca a liberare e, dopo un paio di batti e ribatti, la palla perviene nuovamente a Moi che da pochi passi fulmina Demontis. Al 4’ i padroni di casa potrebbero pareggiare con Luca Piras che calcia sul portiere un cross dalla destra di Capello.
Scampato il pericolo la Sambenedettese inizia a macinare gioco. Il centrocampo non lascia spazi a quello sardo aggredendo sistematicamente i portatori di palla e rilanciando subito l’azione. Massi, Lunerti e Valente dominano nella zona centrale, mentre la difesa rossoblu non lascia palle giocabili agli attaccanti verdeazzurri.
La Nuorese appare stordita e i marchigiani cercano di approfittarne. Al 23’ una bella combinazione Valente-Natalini mette Piccioni in condizione di raddoppiare, ma l’attaccante non riesce a saltare con un pallonetto il portiere in uscita. Piccioni, servito da Pomirio, ci riprova al 35’, ma il tiro, indirizzato sul primo palo, viene deviato in corner dal portiere.
Nella ripresa la musica non cambia. La reazione dei sardi si spegne dopo pochi minuti. All’8’ è la Samb a sfiorare il raddoppio con Lunerti che impegna Demontis direttamente su corner. Un minuto dopo, però, un’incomprensione tra Moi e Bordoni rischia di mandare in gol Capello che però non ne approfitta. E’ il campanello d’allarme che costringe i rossoblu a spingere sull’acceleratore.
Il raddoppio arriva al 10’ con Piccioni che, servito in profondità da Massi, evita il fuorigioco e salta con un pallonetto il portiere in uscita. A questo punto inizia la girandola dei cambi. Il tecnico nuorese Marchi, dopo aver sostituito Sulas con Piu, fa entrare Manne per Piras F. e Africano per Piras L., mentre Matteo Mercuri sostituisce Moi con Bizzarri (26’), Pomiro (stremato, apparsa tardiva la sostituzione) con D’Ippolito (30’) e Lunerti con De Palma (33’).
La Samb controlla la gara senza difficoltà, mentre la Nuorese cerca di riaprire il match affidandosi più alla grinta e al cuore che ad azioni ragionate. Al 33’ D’Ippolito, autentica spina nel fianco sul out di destra per la Nuorese, servito da un bel lancio di Valente, viene fermato dall’arbitro Zou per un fuorigioco dubbio mentre s’invola verso la porta. Dopo una punizione di Valente alta di poco, al 36’ si rivede la Nuorese che sfiora il gol con Africano approfittando di un retropassaggio errato di Massi per Bordoni.
La Samb va vicina al terzo gol al 39’. D’Ippolito, ricevuta la sfera da Massi, supera il diretto marcatore Tiana e serve con un pallone filtrante per Piccioni che, però, viene anticipato al limite dell’area. La Samb chiude il conto al 43’ sugli sviluppi di una punizione. Si incarica della battuta De Palma che, nonostante la posizione di battuta defilata, con un tiro a girare, coglie il palo lontano. La palla rimbalza dentro l’area, la difesa della Nuorese dorme e Pierantozzi, il più lesto ad intervenire, insacca da pochi passi il gol che fissa il punteggio finale sul 3-0.
In virtù della vittoria la Sambenedettese, che nel prossimo turno ospiterà il Celano, sale a 12 punti in classifica.

La redazione ringrazia la e-digiphoto per la foto della Samb

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.630 volte, 1 oggi)