SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ripatransone terza con 15 punti, Acquaviva quint’ultima con 7 lunghezze di ritardo. Questo recita la classifica. Gli amaranto, lasciata alle spalle la salvezza della passata stagione, si trovano a gestire un avvio di campionato davvero esaltante, tanto da essere saliti sul terzo gradino del podio.
Tutto un altro film in casa Acquaviva. Gli aranciocelesti, reduci dalla sfortunata finale play off dell’estate scorsa, hanno dovuto fare i conti con un inizio poco idilliaco.
Il tecnico amaranto Riccardo Leli giura: «Domenica ho visto un’Acquaviva molto tonica ,specie nella ripresa. Il giocatore che mi spaventa di più è Rossetti. Esperto, si inserisce bene sugli spazi e difficilmente sbaglia sotto porta».
«Che Ripa sarà? È ancora tutto da vedere» prosegue Leli. «Devo prima valutare la disponibilità di alcuni giocatori che hanno ricevuto diverse richieste. In base alla loro risposto, ci muoveremo sul mercato se necessario».
Sull’altra sponda mister Mascitti avverte i suoi giocatori: «Mi aspetto una Ripa galvanizzata dai risultati: ci daranno del filo da torcere. Il loro entusiasmo sarà un’arma di non poco conto. Il giocatore che mi spaventa di più? Dico Luzi: non lo conosco, ma me ne hanno parlato bene».
«Dobbiamo fare punti» fa notare Mascitti. «Voglio una squadra agguerrita perché abbiamo l’obbligo di mettere in cantiere più risultati utili consecutivi per risalire la china in fretta».
In casa amaranto rientra Schiavone. Tra gli aranciocelesti torna Balletta. Ancora assente infine Clementi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 603 volte, 1 oggi)