MARTINSUCURO – Va a trovare per qualche tempo la figlia fuori città e durante la sua assenza le viene “rubata la casa“. E’ stato un episodio piuttosto spiacevole quello capitato nei giorni scorsi ad una vedova di 65 anni residente in una casa popolare a Martinsicuro. Aveva lasciato la propria abitazione per alcuni giorni per andare a fare visita alla figlia e dell’assenza della donna ha approfittato una coppia di giovani martinsicuresi, P.F di 37 anni e la compagna M.R di 35. I due forse si erano accorti che l’immobile da qualche tempo era rimasto vuoto, per cui hanno forzato la porta d’ingresso e si sono insediati nell’appartamento. Come se non bastasse, hanno portato con sé suppellettili e oggetti vari, mettendo da parte molte delle cose della vera proprietaria di casa. La vicenda è passata inosservata per qualche giorno, fino al ritorno della signora, che si è vista in casa i due estranei perfettamente insediati. Immediatamente sono stati chiamati i carabinieri che hanno fatto sloggiare gli inquilini abusivi e restituito l’appartamento alla legittima proprietaria. La coppia è stata denunciata per violazione di domicilio e danneggiamento con violenza di cose altrui.

Una vicenda piuttosto insolita quindi, che agli occhi di molti potrebbe apparire anche surreale, ma che evidenza come il bisogno primario di avere un alloggio troppo spesso spinge famiglie indigenti a soluzioni estreme. Nelle grandi città, infatti, non è raro assistere ad episodi di questo genere, con abusivi che si insediano in appartamenti abitati magari solo durante le vacanze, in alloggi popolari non assegnati, o addirittura in edifici fatiscenti e sgomberati per motivi di sicurezza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 794 volte, 1 oggi)