Joints San Benedetto-Ascoli Basket 77–57
BASKET CLUB: Ciardelli 18, Martines 7, Valori 13, Ciccorelli 10, Mattioli 13, Bruni 3, Camerano, Falà 4, Bolognesi 4, Zattin 5. Allenatore: De Santis.
ASCOLI: Pasqualino 5, Elia 15, Sacripanti 2, Mbye 16, Ognjenovic 12, Negrini 1, Mattei M. 2, Nanni 2, Bassi, Matei D. Allenatore: Caponi.
Arbitri: Trombetti e Paciaroni.
Parziali: 14-23, 27-31, 54-38, 77-57.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Terza vittoria consecutiva per la Joints San Benedetto, che supera al PalaSpeca l’Ascoli Basket nel derby e mantiene la quarta posizione nella graduatoria del girone marchigiano della serie C2. Contro i bianconeri, gli uomini del coach De Santis hanno sofferto per due tempi, prima di prendere il largo e confermare quanto di buono fatto vedere nel turno infrasettimanale contro Fabriano.
Nel primo quarto i rivieraschi patiscono le iniziative di un Ascoli deciso a vender cara la pelle, soprattutto con l’ala inglese Mbye e lo slavo Ognjenovic (14-23).
Situazione fotocopia nel secondo, ma i padroni di casa iniziano a far sentire la pressione della propria difesa agli avversari e Ciardelli e Valori dimezzano lo svantaggio, andando al riposo sul 27-31.
Al rientro sul parquet il team del presidente Valori cambia marcia, giocando in velocità e mantenendo alta l’intensità del gioco difensivo. Ne scaturisce un break che ribalta completamente la situazione (54-38).
Rossoblu inarrestabili anche ad inizio dell’ultimo quarto, salendo fino al +26 e controllando poi agevolmente il finale (77-57). Prossimo appuntamento domenica (11 novembre, ore 18.30) sul campo del Marzocca.
Purtroppo, l’attesa sfida con l’ex coach del Basket Club, Andrea Reggiani, non ci sarà, poiché la società pesarese ha appena esonerato il tecnico anconetano, affidando la panchina a Marco Paialunga.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 611 volte, 1 oggi)