MONTEPRANDONE – Una vittoria che non ha il potere di cancellare le difficoltà delle ultime settimane. L’ha conquistata il Centobuchi contro la Santegidiese. Tre punti di platino, ma sarà la trasferta di Morro d’Oro, domenica prossima, a dire se i biancocelesti potranno dirsi davvero fuori dal periodo di impasse attraversato di recente.
La prima settimana di novembre ad ogni modo va agli archivi in modo sommato soddisfacente: 6 punti dopo le tre partite giocate nel ristretto spazio di otto giorni. Il ruolino di marcia allo stadio Comunale si sta pian piano assestando, quelli che mancano adesso sono i punti fuori casa.
«La vittoria di domenica era troppo importante» fa notare mister Sestilio Marocchi. «E’ vero, abbiamo sofferto, e non poco. Ma il risultato conta più di ogni altra cosa, anche se poi il pari sarebbe stato più equo. De Amicis ci ha letteralmente tolto le castagne dal fuoco».
Contro la Sant hanno pesate le assenze degli infortunati Cacciatore e Pinciarelli, i quali probabilmente torneranno a disposizione domenica prossima. «Sono due giocatori importanti per noi, ma quello che mi rammarica maggiormente sono le sciocche espulsione sul finire di gara». Già, per due probabili rientri, altrettanti forfait: resterà fuori per una domenica il portiere Merletti, mentre l’attaccante argentino Vidallè è stato fermato per ben tre domeniche dopo l’espulsione rimediata domenica scorsa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 474 volte, 1 oggi)