SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Resta tutto come prima: mister Guido Ugolotti e il ds Maurizio Natali rimangono al loro posto. Sono pronti a farsi da parte – lo stesso direttore sportivo rossoblu, “a microfoni spenti”, ha ammesso: «L’ho già detto al presidente: i tifosi vogliono la mia testa? Nessun problema» – ma la società ha deciso, almeno per ora, di andare avanti su questa strada.
Una giornata lunghissima quella odierna, quasi sei ore di anticamera al capezzale della Samb, in attesa di un segnale. Inutile girarci intorno: dopo la contestazione dei tifosi e i numeri, impietosi, della squadra – su tutti: due punti nelle ultime quattro partite e un digiuno in zona gol che dura da 372′ (recuperi esclusi) – l’esonero dell’allenatore rossoblu sembrava qualcosa in più di un’ipotesi. E invece niente.
Ma andiamo per gradi. I giocatori arrivano al Riviera delle Palme intorno alle 9,30. Poi è la volta dello staff tecnico, Ugolotti compreso. Il preparatore atletico Vagnini dirige una leggera seduta di lavoro per chi non ha giocato a Pistoia. Intanto l’allenatore parla alla squadra. Poi, come potete leggere a parte (cliccate QUI), lo stesso Ugolotti tiene una lunga conferenza stampa: «Se perdiamo pure a Gallipoli me ne vado».
Nel frattempo la famiglia Tormenti è riunita nei loro uffici con una delegazione di giocatori (Galeotti, Visi, Palladini, Tinazzi e Alteri) che usciranno dalla sede solo alle 13,30, dopo quasi un’ora e mezza di confronto con la proprietà. Nessuno di loro vuole parlare. Facce tirate, passo spedito per guadagnare gli spogliatoi e prepararsi alla partenza per Andria, sede del ritiro rossoblu in attesa della sfida di Gallipoli.
A quel punto i Tormenti parlano prima con Ugolotti, poi con Natali. Separatamente. Alle 15, finalmente, il presidente rossoblu, che in un primo momento non sembrava intenzionato a rilasciare alcuna dichiarazione, si presenta davanti ai giornalisti. Arriva la conferma: «Avanti con Ugolotti e Natali. Adesso ci aspettiamo una risposta dalla squadra».

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 939 volte, 1 oggi)