da Sambenedettoggi.it in edicola venerdì

Pistoiese-Samb 1-0
PISTOIESE: Aresti, Briganti, Pisani, Calabro, Di Simone, Guerri, Femiano (42’ s.t. Lanzillotta), Bellazzini (35’ s.t. Genova), Gambadori, Boldrini (11’ s.t. Breschi), Motta. A disposizione: Mareggini, Venturelli, Boumsong, Baldassarre. Allenatore: Bellini
SAMB: Visi, Tinazzi, Moi, Galeotti, Camisa, Ferrini (7’ s.t. Romanelli), Marino (21’ s.t. Morini), Palladini (11’ s.t. Iacoponi), Giorgino, Alteri, Olivieri. A disposizione: Bindi, Santoni, Tulli, Curiale. Allenatore: Ugolotti.
Arbitro: Johannes Donati di Ravenna.
Assistenti: Boldrini di Faenza e Guiducci di Rimini.
Marcatore: Motta (Pt) 14’ s.t. su rigore.
Ammoniti: Camisa, Palladini, Di Simone, Briganti, Gambadori, Moi.
Recuperi: 1′ pt, 5′ st.
Spettatori: 1.500 circa, di cui un centinaio provenienti da San Benedetto.
Note: giornata di sole, terreno in ottime condizioni. Circa la metà dei tifosi rossoblù sono entrati allo stadio al 7’ minuto del secondo tempo
PISTOIA – Rinunciataria, sfortunata e arrendevole. Tre aggettivi per descrivere la Samb sconfitta a Pistoia. Aggettivi non belli, che però rendono l’idea del momento negativo dei rossoblù. Samb infatti troppo rinunciataria nel primo tempo; sfortunata nei primi 15 minuti del 2° tempo, perché prende il gol, su rigore molto dubbio, nel suo momento migliore; Samb arrendevole nei 30 minuti finali, perché invece di gettarsi all’arrembaggio per raddrizzare la partita, produce la miseria di due occasioni da rete, neanche da strapparsi i capelli.
Veniamo alla cronaca: il nuovo mister della Pistoiese, Bellini, schiera una squadra piuttosto abbottonata, con il solo Motta di punta, ma il collega Ugolotti non è da meno, con un difensore, Ferrini, schierato a sorpresa sulla linea dei centrocampisti.
Il modulo conta fino ad un certo punto, ed in effetti la Pistoiese parte piuttosto bene producendo due tiri di Guerri (2’) e Bellazzini (3’) che si spengono di molto a lato. La Samb resta indietro, troppo indietro. Solamente due lanci lunghi, quasi telecomandati (13’ e 17’), di Palladini per Alteri, lanciato solo verso il portiere, occasioni che l’arbitro ferma sul nascere per fuorigioco, uno dei quali piuttosto dubbio.
Continua comunque a far gioco la Pistoiese, grazie anche ad un pressing che non consente alla Samb di ripartire, e al 15’ su calcio d’angolo, Calabro svetta di testa più alto di tutti, ma la palla si stampa sul palo alla destra di Visi, col portiere rossoblù fuori causa.
Pistoiese che si rende ancora pericolosa al 20’ e al 28’ con Ballazzini, e con un batti e ribatti in area rossoblù al 40’. Negli ultimi cinque minuti del 1° tempo esce finalmente allo scoperto la Samb con Alteri al 43’ che solo in area, ma decentrato sulla destra, tenta un tiro “a giro” che si spegne morbidamente tra le braccia di Aresti. Samb ancora pericolosa al 45’ con Galeotti su calcio piazzato, ma il centrale rossoblù, dopo aver ben agganciato in area, si fa chiudere in corner dalla retroguardia arancione.
Il secondo tempo comincia com’era finito il primo, con la Samb più convinta in avanti, che avanza chiaramente il baricentro grazie anche agli innesti di Romanelli per Ferrini (7’) e Iacoponi per Palladini (11’). Testimonianza del baricentro avanzato è l’occasione di Tinazzi, pescato in area davanti ad Aresti, ma il terzino cicca la palla e Aresti para facile.
Al 14’, però, l’episodio chiave della partita: azione confusa in area rossoblù, Breschi da distanza ravvicinatissima si gira, colpisce la palla che carambola sul braccio di Moi. Per l’arbitro Donati è rigore, tra la sorpresa generale, pistoiesi compresi. Dal dischetto Motta pone fine al proprio digiuno personale di reti, spiazzando Visi.
Da quel momento in poi, ti attendi una Samb all’arma bianca ed invece i rossoblù, forse sorpresi dal gol, nella mezzora finale, sono capaci di produrre la miseria di due occasioni gol, rischiando tra l’altro di prendere un secondo gol in contropiede da Motta (20’). La prima occasione con l’ottimo Romanelli, che si libera dal limite dell’area e scaglia un forte tiro che Aresti respinge di pugno. La seconda, forse la più nitida, con Iacoponi che sfonda sulla destra, pennella un cross al centro per Morini che, al volo dinanzi ad Aresti, spreca malamente a lato (95’).
Si spengono in questo modo le speranze rossoblù di pareggiare, si accendono i dubbi su quale sarà il cammino della Samb da qui in avanti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 898 volte, 1 oggi)