ANCONA – Pietro Marcolini, assessore regionale ai Trasporti, ha rilasciato una dichiarazione in cui palesava la sua totale contrarietà in merito alla notizia della soppressione della fermata ad Ancona degli Eurostar 9327 , Ancona – Roma e 9332, Roma – Ancona.
Marcolini sostiene che «qualora la notizia risultasse autentica, tale provvedimento lederebbe enormemente l’immagine della Regione Marche, ma soprattutto arrecherebbe ai cittadini marchigiani grande disagio per i collegamenti con la capitale».
Non condividendo né comprendendo la scelta di escludere il capoluogo marchigiano dalla tratta romana l’assessore prosegue definendo questa situazione «l’ennesimo taglio ai servizi per e da Roma che in questi anni ci hanno visto vittime di decisioni unilaterali peraltro mai ufficialmente comunicate».
«Inoltre – conclude Marcolini- desta enorme rammarico la consapevolezza che i rapporti con Trenitalia potranno essere compromessi con gravi ripercussioni anche sulle relazioni con le Direzioni Regionali e Nazionali della stessa Trenitalia. Sin da ora nel confronto sul prossimo contratto di servizio, la Regione mobiliterà tutte le energie istituzionali e sociali».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.273 volte, 1 oggi)