da Sambenedettoggi.it in edicola 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolto ieri all’Auditorium del comune di San Benedetto il convegno transnazionale per la presentazione dei risultati del Human Trafficking Social Intervention, progetto finanziato dal programma Equal. Il principale obiettivo del progetto è stato la promozione di strategie di inserimento occupazionale delle donne vittime di sfruttamento sessuale: si è riusciti a coinvolgere positivamente 40 donne della provincia ascolana e 40 di quella teramana.
L’organizzazione si è avvalsa di partner in Francia, Italia e Slovacchia (Diritto d’Accesso, Sconfinando, Actes, Parade e All for one, one for all), delle regioni Marche e Abruzzo e del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale.
Pina De Angelis, coordinatrice del progetto, ha presentato i contributi internazionali. Ad intervenire anche Annalisa Savini, dell’associazione On The Road, che ha illustrato i punti forza del modello italiano: «Gli articoli 18 e 13 del D. lg. 286 del 97 hanno favorito una rete di progetti che aiutano l’inserimento occupazionale, ma la continuità di essi è compromessa dalla scarsità di risorse».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 487 volte, 1 oggi)