da Sambenedettoggi.it in edicola martedì

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bruno Gabrielli (Forza Italia) lancia l’allarme dopo le dichiarazioni di Luciano Agostini sul futuro del Centro Agroalimentare: «Ad aprile l’amministratore delegato Pietro Censori aveva presentato un quadro positivo della situazione del Caap. E tutti pensammo che da quel momento in poi si fosse agito per il radicamento degli operatori commerciali che vi lavorano. L’ipotesi di smobilitazione ventilata dal vicepresidente della Regione Marche la reputo un grave errore. Non vorrei che si trattasse di un modo per confezionare un bocconcino prelibato per qualche grosso gruppo commerciale, magari proprio per quella Igd – cassaforte immobiliare della Coop Adriatica, ndr – che ha recentemente acquisito un terreno vicino al centro Porto Grande».
Qualche giorno fa Agostini aveva accennato a uno studio di una non meglio precisata società milanese sulle potenzialità del mercato all’ingrosso nell’agroalimentare, dal quale la fine del Caap apparirebbe scontata.
«In base a quali direttive è stato commissionato quello studio? Per farlo – chiede Gabrielli – ci si è avvalsi di banche dati del settore, facendo un’indagine a tutto campo fra le imprese agro-ittiche ed alimentari locali? Il Comune di San Benedetto, socio di maggioranza della “Centro Agro-Alimentare Piceno S.c.p.a”, che intenzioni ha?».
Un’assemblea, ricordiamo, nella quale hanno voce in capitolo anche la Regione (34% delle quote azionarie) e la Provincia di Ascoli (12%).
Il Comune intendeva vendere la sua partecipazione fin dai tempi della giunta Martinelli. Oggi l’amministrazione Gaspari ha messo in preventivo per il 2009 la vendita di metà delle quote, per un valore di circa due milioni di euro.
Fino al 2010 il capitale azionario del Centro dovrà rimanere pubblico al 51% per vincoli di legge e perché bisognerà terminare di pagare le rate di un mutuo bancario. Il patrimonio immobiliare del Centro, inserito in un’area di 142 mila metri quadri, si aggira intorno ai 30 milioni di euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 582 volte, 1 oggi)