da Sambenedettoggi.it

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prendete la via dove abitate: immaginate che domani venga divisa in due. Cosa fareste? E’ quello che sta accadendo proprio a San Benedetto, a Ragnola: i residenti di via Montebianco non sanno più a chi rivolgersi. Da un paio d’anni una nuova costruzione in fase di ultimazione sulla collina Monterenzo di fatto divide in due la strada, che, comunque, continua a chiamarsi via Montebianco in entrambi i tratti, anche se, di fatto, non è più comunicante. Roba da Totò e Peppino, per intenderci.
La cosa più interessante è che, dalle carte del Piano Regolatore, quel tratto di pochi metri di terreno sui quali adesso sorge il cantiere della Edil Centro, è segnalato come strada. E pensare che tutti gli edifici più in basso, costruiti perpendicolarmente rispetto alla Statale 16, al momento della edificazione si sono accordati con il Comune, per lasciare libero il passaggio stradale (di proprietà privata), e farlo successivamente asfaltare.
Tutti, tranne l’ultimo, che così ha agito con una sorta di variante urbanistica autonoma. Senza che nessuno abbia fermato l’esecuzione dei lavori. Tanto che, chiamati da alcuni residenti, persino l’assessore ai Lavori Pubblici Giancarlo Vesperini, accompagnato da un funzionario, è sobbalzato: «Dalle nostre carte risulta che qui c’è una strada» hanno detto.
Carte, parole. I fatti, però, sono quelli che contano.
E i fatti parlano di una tensione crescente: qualcuno, residente in zona da tantissimo tempo (ci sono anche alcune villette costruite negli ultimi cinque anni), è esasperato. Anche perché la nuova costruzione nasce in maniera “furbetta”: grazie ad una sopraelevazione del terreno della collina, bloccato da un muro in cemento armato, si sviluppa in altezza più degli altri immobili.
Quella strada è da sempre stata transitabile, anche se con difficoltà perché non asfaltata e perché, nell’ultimo tratto, in forte pendenza: c’è chi ricorda, fra chi vive da anni in zona, che «salivamo sopra in jeep, tanti anni fa». E il Comune, pressato anche da alcuni esposti, per ora decide di non decidere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.100 volte, 1 oggi)