da Sambenedettoggi.it in edicola sabato


SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sanatoria in vista per gli abusi edilizi in spiaggia finora riscontrati nelle concessioni balneari? E’ questo il senso ultimo dell’interrogazione presentata al Consiglio comunale dal consigliere di Alleanza Nazionale Giorgio De Vecchis.
«La rimozione degli abusi in primavera non fu frutto di una volontà politica, ma solo il seguito di accertamenti fatti anni fa, sui quali la passata amministrazione non agì con decisione. Ma oggi, dopo che molti concessionari hanno rimosso gli abusi ed è venuto meno il senso del pronunciamento del Tar, e dopo che gli uffici comunali sono rimasti privi di indirizzi e in attesa di istruzioni, che intenzioni ha il sindaco?».
De Vecchis si riferisce alle recenti affermazioni di Gaspari sul nuovo Piano di Spiaggia «da adeguare alle esigenze degli operatori turistici». L’esponente di An vuole sapere se la variante permetterà di realizzare le strutture fino a oggi considerate abusive, sanando di fatto gli abusi: «Anche nell’attesa della Variante al Piano di Spiaggia, il sindaco non ritiene urgente dare di nuovo impulso alla rimozione degli abusi? Servirebbe ad evitare disparità di trattamento e ad evitare di dover operare in prossimità della stagione 2008 per quelle procedure di rimozione divenute definitive, una cosa che comporterebbe ovviamente un ulteriore rinvio ad ottobre».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 844 volte, 1 oggi)