PALERMO – Gli agenti del locale commissariato Politeama hanno arrestato con l’accusa di violenza sessuale Pietro Billeci, 28 enne originario di San Benedetto del Tronto ma residente nel capoluogo siciliano.
L’arresto è avvenuto in Spagna nei pressi della città di Valencia; la Polizia palermitana ha rintracciato Billeci dopo lunghe e laboriose indagini eseguite con la collaborazione del Servizio centrale per la cooperazione internazionale (Sirene). L’uomo è stato arrestato dalla polizia spagnola in base a un ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale di Palermo il 23 maggio scorso.

I fatti risalgono al 2000. Billeci era stato denunciato da una minorenne palermitana con cui in precedenza aveva avuto una relazione sentimentale. La ragazza era stata poi brutalmente picchiata e costretta a rapporti sessuali con l’uomo contro la sua volontà.
Mentre si trovava in Spagna Billeci riceveva mensilmente una pensione, che veniva riscossa dai parenti residenti a Palermo e inviata a lui attraverso un’agenzia di money transfer a Gandia, nei pressi di Valencia.
Ora dovrà scontare una pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione per i reati di violenza sessuale, lesioni personali e sottrazione consensuale di minorenne.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 965 volte, 1 oggi)