ALBA ADRIATICA – Una rapina dalla dinamica piuttosto insolita è avvenuta alcuni giorni fa nei pressi di una tabaccheria in Viale della Vittoria. Un giovane dall’accento meridionale e dal volto parzialmente coperto da sciarpa e cappello è entrato in pieno giorno nel negozio e ha acquistato biglietti del “gratta e vinci” per un valore di 150 euro. Si è messo in un angolo e ha cominciato a “grattare” ma la fortuna non lo ha assistito. Le piccole vincite accumulate arrivavano solo a 70 euro, e quindi il giovane ha atteso il momento adatto in cui nella tabaccheria non ci fossero clienti e ha estratto un coltello a serramanico con cui ha minacciato la cassiera. Le ha intimato di restituirgli i soldi spesi, adducendo come motivazione che doveva ridare l’intera somma alla madre. La donna, spaventata dal gesto del ragazzo lo ha assecondato e gli ha restituito i soldi. Non contento, sempre sotto la minaccia del coltello, si è fatto consegnare anche 60 tagliandi del gratta e vinci per un valore complessivo di 300 euro, per poi uscire dal negozio e allontanarsi a piedi.

Sulla vicenda stanno indagando i Carabinieri di Alba per tentare di risalire all’autore del gesto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.404 volte, 1 oggi)