GROTTAMMARE – «È una nuova stanza per i giovani, che prosegue il lavoro fatto con le ludoteche, e che collega i giovani alle stanze comunali per la politica, o le stanze di cultura, come la biblioteca ed i teatri, ma anche un collegamento per le associazioni ed i quartieri». È il Dep Art descritto dall’Assessore alla Cultura Enrico Piergallini, che verrà inaugurato – di concerto con tutta l’area della stazione ferroviaria – sabato 27 ottobre dalle 18.

Il progetto è stato presentato da due giovani grottammaresi, Gaia Ronconi e Gabriele Totano, ed è stato accettato di buon grado dal Comune. Il progetto avrà la durata di un anno, con una prima verifica dopo sei mesi.

Un dipartimento con due macro laboratori, il primo per la musica, con sala prove, spazio per concerti, rassegne per gruppi emergenti, seminari e corsi di approfondimento musicale ed incontri con professionisti del settore. Il secondo laboratorio sarà invece dedicato alla multimedialità, con rassegne di film e proiezioni audiovisive, corsi per l’acquisizione di basi pratiche e teoriche per l’uso di programmi video, audio e di arte digitale e mediateca. Previsto inoltre un magazine del Centro Polifunzionale Giovanile come allegato al bimestrale “Grottammare informa”.

Per la realizzazione di questo progetto il Comune metterà a disposizione 6 mila euro per ogni laboratorio, per l’arco di un anno. Saranno poi i ragazzi a gestire il centro, selezionando in base alle esigenze le attrezzature da acquistare.

Tecnicamente l’ex magazzino ferroviario è stato «ristrutturato a costo zero, grazie alla manovalanza dei dipendenti comunali e di piccoli appalti» ha spiegato il sindaco Luigi Merli, che ha puntualizzato che «il locale è completamente insonorizzato, grazie al contro-soffitto ed alle contro-pareti in cartongesso: adatto alla musica».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.479 volte, 1 oggi)