SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non solo mare, non solo alberghi. Lo stand noleggiato dal Comune di San Benedetto al Salone internazionale delle Vacanze di Lugano punterà sulla qualità della vita, sulla buona cucina e sui beni architettonici del nostro comprensorio collinare. La fiera si svolgerà nei primi giorni di novembre e punterà ad attrarre il bacino di utenza della Svizzera italiana e della Lombardia.
Il vivere bene, soprattutto. Cardine di questo marketing territoriale è infatti il concetto di “Slow life”, che connota un modo di vivere la vita lento, rilassato, godereccio. Un concetto che dovrà differenziare il nostro territorio e dare un’etichetta al turismo della Riviera delle palme.
Il Comune pagherà circa 12 mila euro per la presenza alla fiera e il suo ufficio Turismo sarà accompagnato dall’Assoalbergatori e dal Consorzio Turistico.
Curiosità: oltre agli opuscoli, ai vini, all’olio di oliva e ai salumi, lo stand vedrà anche la presenza di una affettatrice per salumi degli anni ’30. Più slow di così…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.608 volte, 1 oggi)