SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continuità. E’ quanto occorre al Porto d’Ascoli, dopo le due vittorie consecutive con Monticelli (2-0) e Monsampolo (3-1) per iniziare la scalata ai piani alti della classifica.
Nel fine settimana appena trascorso i biancocelesti hanno sfoderato una grande prova di carattere contro la compagine di mister Tassi rimontando lo svantaggio iniziale e conquistando, al termine del match, i primi tre punti tra le mura amiche grazie alla doppietta di Di Filippo (anche lui a segno per la prima volta in casa) e Rocchi.
Soddisfatto Fabrizio Deogratias, nonostante sabato scorso, durante l’intervallo della partita con il Monsampolo – con il Porto d’Ascoli sotto di una rete – il tecnico biancoceleste abbia dovuto strigliare i suoi.
«Ho detto ai miei ragazzi che la prestazione era scadente, molto al di sotto delle nostre potenzialità. Hanno recepito il messaggio e per fortuna nella ripresa c’è stata la reazione che auspicavamo».
Ritiene che il rientro di Perozzi (dopo un infortunio lungo tre mesi) abbia inciso sulla metamorfosi delal sua squadra?
«Leonardo ha dato più ordine al centrocampo permettendo a Rocchi di essere più incisivo e avvicinarsi in diverse occasioni nell’area avversaria, andando anche in rete».
Sabato prossimo insidiosa trasferta a Carassai. Che gara si aspetta?
«Sarà una partita dura. Prevedo tanto agonismo in campo: proveremo a fare il nostro, come al solito».
BORSINO. Perozzi lamenta un lieve risentimento alla coscia. Straccia sta proseguendo il percorso di riabilitazione, mentre Alessandro Induti torna disponibile dopo l’influenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 377 volte, 1 oggi)