SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «E’ una partita che mi stimola. Il Crotone qui al Riviera delle Palme dovrà sudarsela: la mia Samb non è un avversario facile per nessuno».
Guido Ugolotti dopo il secondo pareggio stagionale lontano dalle Marche, guarda al prossimo impegno con un certo ottimismo. Il punto ottenuto ad Arezzo ha avuto il potere di rasserenare l’ambiente.
Mister, un risultato che non risolve i problemi in classifica, ma almeno vi dà fiducia per il prosieguo.
«Sono contento della prestazione dei ragazzi che in Toscana hanno dato tutto. Non siamo stati nemmeno fortunati: nel primo tempo il vento, che ha condizionato la partita, era a nostro sfavore. Nella ripresa è calato e non abbiamo potuto sfruttare questa situazione ambientale. Comunque abbiamo concesso poco, di contro qualche occasione ce la siamo creata. Abbiamo fatto qualcosina in più rispetto alla partita contro il Perugia, anche se andava gestita meglio. Nel complesso concordo: un punto che non fa classifica, ma ci aiuta a livello psicologico».
Un dato positivo su tutti: ad Arezzo avete concluso la prima trasferta senza subire gol.
«Ho sempre detto di avere dei buoni difensori, presi singolarmente hanno il loro peso specifico per la categoria. Dopo Pescara i segnali sono stati quasi confortanti: concediamo di meno agli avversari, specie sulle palle inattive».
Cosa non l’ha soddisfatta invece domenica?
«Ci siamo abbassati troppo in molte occasioni, lasciando campo agli avversari. Nel primo tempo siamo stati quasi costretti a fare questo in virtù del vento. Nella ripresa avevo chiesto di alzare il baricentro, ma è stato bravo l’Arezzo a non permettercelo».
In Toscana ha optato per il 4-3-2-1. Sarà questa la nuova identità tattica della Samb?
«Non so se questo sarà l’assetto definitivo. Domenica ho chiesto ai difensori di rimanere bloccati dietro per non concedere troppi spazi all’Arezzo, dovevamo ottenere il risultato a tutti i costi. Quello che più mi interessa è che da tre o quattro giornate i ragazzi mi stanno dando risposte importanti dal punto di vista caratteriale»
Mister, nonostante il pari la classifica resta difficile. Ritiene che la Samb si porterà dietro ancora determinate paure?
«La graduatoria la guardiamo tutti, dai tifosi alla società. E’ ovvio. Dobbiamo migliorare, abbiamo forse acquisito una certa solidità difensiva, ma la fiducia devono averla tutti i reparti. Mi auguro che il punto di Arezzo serva per guardare al futuro con più ottimismo, anche perché spesso le partite vengono decise dagli episodi. Prima o dopo se si lavora con impegno i risultati arrivano: non sempre si può giocare alla pari e perdere. Certo il calendario adesso è in salita, ma le partite vanno giocate».
L’ha detto: calendario tosto. Dopo il Crotone due trasferte in quattro giorni, a Pistoia e Gallipoli.
«L’organico è ampio, quindi non dobbiamo spaventarci. Questo doppio impegno è pesante soprattutto per i chilometri, tanti, che saremo costretti a coprire. Ad ogni modo pensiamo a un impegno alla volta».
Domenica al Riviera arriva il Crotone. Preoccupato?
«I calabresi hanno giocatori e numeri importanti. Massimo rispetto per loro, ma non dobbiamo avere paura. Questo è un torneo equilibrato, noi come tutti possiamo dire la nostra. Dovremo stare attenti, loro a Martina, due settimana fa, contro una squadra che ha concesso degli spazi hanno passeggiato. Adesso dovremo essere bravi a dar continuità ai nostri risultati: con una vittoria il punto di Arezzo assumerebbe tutto un altro significato».
BORSINO. Martedì pomeriggio la Samb ha ripreso a sudare al campo Ciarrocchi di Porto d’Ascoli. Tutti a disposizione di mister Ugolotti, anche se Galeotti, che deve smaltire una contrattura al polpaccio sinistro, ha sudato a parte. Sulla via del completo recupero intanto anche Stillo.
Mercoledì doppia seduta per i rossoblu. E sempre nella giornata domani Fabio Visone a Napoli sarà da uno specialista per una visita il cui esito darà conferma o meno se prima di poter tornare a San Benedetto il centrocampista campano dovrà sottoporsi a un intervento di pulizia alla ferita del piede infortunato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 801 volte, 1 oggi)