SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Crotone ambizioso, perché i pitagorici vogliono riguadagnare quella Serie B persa il giugno scorso. Crotone lanciatissimo, perché dopo un avvio titubante – leggi 4 punti in tre partite – la squadra di mister Indiani si è messa a correre: sei risultati utili consecutivi, quattro vittorie e un pareggio. Ma soprattutto: i calabresi possono sfoggiare il miglior attacco di tutta la Serie C1, ancorché a braccetto con il Gallipoli (16 reti), e la difesa meno perforata del girone B, con soli 5 gol al passivo (così bene hanno fatto solo Potenza a Lanciano). Di questo passo l’Ancona capolista, tre lunghezze sopra ai rossoblu, e la Salernitana, in ritardo di due punti dai dorici, verranno raggiunte.
Archiviata la rotonda vittoria sulla Sangiovannese, il Crotone si prepara alla trasferta di San Benedetto. La squadra nel pomeriggio di martedì ha ripreso a lavorare. Tutti presenti i rossoblu, fatta eccezione per l’ex Samb Quondamatteo, alle prese con un infortunio alla gamba destra. Dopo più di un mese invece è tornato ad allenarsi Nello Russo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 678 volte, 1 oggi)