TORTORETO – I Verdi di Tortoreto, insieme ad altre associazioni ambientaliste attive sul territorio della Val vibrata, presenteranno al sindaco Domenico Di Matteo la richiesta di congelare il rilascio di nuove concessioni edilizie sulla zona collinare, al fine di effettuare una serie di analisi sul rischio idrogeologico e mettere in sicurezza le zone interessate.

«Le concessioni già in atto – ha spiegato Costantino Rapagnà, rappresentante dei Verdi di Tortoreto – potranno eseguire i lavori, che comunque terremo sotto controllo per accertare eventuali irregolarità, mentre per le nuove richieste chiediamo all’Amministrazione un fermo preventivo, e l’esecuzione di un’attenta analisi idrogeologica del territorio. Occorre intervenire e prevenire affinché non avvengano più simili disastri»

Le associazioni ambientaliste, riunitesi nei giorni scorsi a Tortoreto per fare il punto della situazione, denunciano il disordinato sviluppo urbanistico che è stato portato avanti negli ultimi decenni nella cittadina. «I danni causati dall’alluvione – hanno proseguito i Verdi – non sono attribuibili all’evento atmosferico, come qualcuno vuole far credere, ma sono soprattutto il frutto della inadeguata gestione del territorio da parte di coloro che hanno guidato questo Comune negli ultimi decenni».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 457 volte, 1 oggi)