SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In vista della riqualificazione del lato est di viale De Gasperi (l’ultimo passaggio prima del bando, ovvero il progetto esecutivo dell’architetto Davarpanah Farnush, dovrebbe essere completato entro la prossima settimana), il settore Lavori Pubblici del Comune ha inviato una lettera a tutti gli amministratori dei condomini che si trovano lungo il tratto di strada interessato dall’intervento, per invitarli a verificare che gli impianti fognari non abbiano delle perdite, e ad effettuare le necessarie riparazioni in caso contrario.
Gli amministratori, inoltre, sono stati invitati a verificare se siano in regola con i permessi di allaccio al sistema della pubblica fognatura, e a provvedere, in caso negativo. In caso di inadempienza per quanto riguarda la necessità di riparazioni su eventuali perdite, il Comune potrebbe procedere agli interventi che fossero necessari, addebitando costi e danni agli eventuali responsabili. Anche durante la riqualificazione del lato ovest di viale De Gasperi si era proceduto in maniera analoga.
La richiesta, in generale, ha lo scopo di evitare rallentamenti nei lavori (che verranno effettuati isolato per isolato, onde limitare al minimo i disagi per i cittadini e i commercianti), o addirittura interventi successivi alla stessa riqualificazione, per la quale il Comune spenderà circa 500 mila euro. È previsto che i lavori partano nel mese di gennaio 2008, per una durata di circa sei mesi.
«Infiltrazioni all’interno degli edifici», precisa il dirigente del settore Lavori pubblici ingegner Mario Laureati, «sono spesso dovute proprio alle perdite di impianti vecchi, obsoleti e in alcuni casi non rispondenti alle normative igienico-sanitarie. Un’attenta verifica ed eventuali riparazioni sono molto importanti prima di ogni riqualificazione come questa, per evitare sprechi di risorse pubbliche e disagi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 535 volte, 1 oggi)