da Sambenedettoggi.it in edicola
GROTTAMMARE – La Sangiustese al Pirani. Negli ultimi due campionati i rossoblu hanno sempre perso in riva all’Adriatico. Il dato statistico però consola davvero poco il Grottammare, che si avvicina alla partita forse più difficile da inizio stagione in assoluta emergenza, con Oddi e Costanzo non al meglio e i due attaccanti Napolano e Laino influenzati, tanto che i due torneranno ad allenarsi solo sabato.
Infine Marcos Bolzan: l’atteso nulla osta per il suo impiego non è ancora arrivato, per cui l’argentino – a meno di clamorose sorprese – starà fuori anche domenica.
L’IZZOTTI PENSIERO. Il tecnico biancazzurro al solito pensa positivo: «Non mi piace attaccarmi alle assenze e piangermi addosso. Speriamo recuperino tutti, se così non fosse non c’è problema».
Sangiustese che però fa paura. «Sono forti, siamo ovviamente inferiori, ma venderemo cara la pelle. Chi temo più di tutti della formazione di Giudici? Temo il Grottammare: non dobbiamo ripetere le solite leggerezze che puntualmente finiscono con il costarci caro. Dobbiamo essere meno ingenui. Le prestazioni però mi confortano, contro il Cologna abbiamo giocato ancora meglio rispetto alla trasferta di Vasto: se continuiamo così prima o poi la ruota girerà».
Poi una considerazione: «Avrei messo la firma per guadagnare tre punti nei due impegni consecutivi lontano dal Pirani. Domenica comunque poteva andar meglio, prendere gol a un secondo dalla fine del primo tempo fa male, eppure abbiamo reagito e avremmo potuto fare risultato. Ripartiamo, ho a disposizione un gruppo eccezionale e sono convinto che prima o poi la continuità arriverà».
La classifica dice ultimo posto, ma Izzotti fa notare: «E’ molto corta, mezzo girone è racchiuso in un paio di punti, per cui in questo momento credo che la cosa migliore sia non guardarla più di tanto. Basta una vittoria, o almeno due risultati positivi per rimettere in piedi la situazione. E’ per questo che non considero la partita contro la Sangiustese uno snodo cruciale della stagione. Dobbiamo fare risultato, ci mancherebbe, anche perché ci darebbe grande entusiasmo e morale, componenti molto importanti in un gruppo giovane come il nostro, ma è ancora presto per fare certi discorsi».
FORMAZIONE. Contro la Sangiustese dovremmo vedere lo stesso Grottammare che domenica scorsa ha perso contro il Cologna Paese: i vari Oddi, Costanzo e Napolano insomma, stringeranno i denti e scenderanno regolarmente in campo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 405 volte, 1 oggi)