da Sambenedettoggi.it in edicola
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nelle speranze di tifosi e società doveva rimpiazzare – e il compito si preannunciava tutt’altro che facile – Daniele Morante, capace l’anno scorso di segnare qualcosa come 18 gol. E invece, almeno fino a questo momento, per Fabio Alteri l’avventura alla Samb è stata un mezzo calvario.
Giunto in riva all’Adriatico a fine agosto, in ritardo dal punto di vista fisico, l’ex attaccante della Pistoiese – fortemente voluto da mister Ugolotti – viene subito gettato nella mischia a Taranto. Esordio da dimenticare.
Poi, alla vigilia della partita contro il Lanciano, lo blocca l’influenza. A Pescara, dove la Samb gioca una delle partite più brutte dell’avvio di stagione, entra solo nella ripresa. Torna a indossare una maglia da titolare la domenica successiva, contro il Sorrento, ma ancora una volta è costretto a rimandare l’appuntamento con il gol. Peggio a Martina, quando si fa male dopo pochi minuti e a metà primo tempo non è più della partita.
E siamo praticamente all’altro ieri: la contrattura alla coscia destra lo tiene fuori sia contro la Lucchese, sia alla vigilia della sfida con il Perugia. Adesso è di nuovo pronto. Ugolotti ci conta. «Finora non abbiamo potuto disporre di un giocatore importante come lui», ha fatto notare a inizio settimana.
Alteri in questi giorni è parso in discreta forma tanto che giovedì, nel corso dell’abituale partitella di metà settimana, ha segnato tre reti, muovendosi con disinvoltura. Ad Arezzo insomma dovrebbe toccare a lui.
CENTROCAMPO A TRE. Il test in famiglia disputato dai rossoblu al Riviera delle Palme ha confermato le sensazioni maturate nei giorni scorsi: mister Ugolotti dovrebbe abbandonare il 4-4-1-1 adottato nell’ultimo mese per affidarsi a un 4-3-2-1 che, si spera, possa risolvere i gravi problemi in attacco della Samb. Con appena 6 reti all’attivo quello marchigiano è il secondo peggiore attacco del girone B, davanti solo a quello della Sangiovannese (4).
Veniamo alla difesa: è di nuovo a disposizione Galeotti che, scontato il turno di squalifica, tornerà al fianco di Moi. Data per scontata la conferma di Tinazzi, per la fascia sinistra è corsa a tre: Santoni, Ferrini o Camisa, con quest’ultimo riproposto nel ruolo di terzino nella ripresa della partitella in famiglia.
A centrocampo quasi certamente toccherà a Carboni affiancare Marino e Giorgino. A sostegno di Alteri infine, i maggiori accreditati per indossare le restanti due maglie sembrano essere Morini e Olivieri.
Continuano a lavorare a parte intanto, sia Ficano che Stillo, mentre Romanelli, Olivieri e Marino, che mercoledì avevano sudato a ritmo ridotto, sono tornati a pieno regime. Venerdì la Samb si sottoporrà a un’unica seduta di lavoro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.165 volte, 1 oggi)