da Sambenedettoggi.it in edicola
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Guido Ugolotti e l’Arezzo. L’attuale tecnico della Samb da giocatore ha vestito la maglia amaranto per tre stagioni, dall’85 all’88. Tre campionati cadetti, l’ultimo dei quali culminato con una cocente retrocessione – Ugolotti concluse la sua carriera tre anni dopo, giocando in società allora militanti in C (nell’ordine: Latina, Brindisi, Forlì e Potenza) – furono il bilancio finale per l’allenatore nativo di La Spezia che in Toscana, dopo le stagioni nella massima serie con Avellino, Pisa e Roma, ha vissuto una delle parentesi più belle sua carriera.
«Conservo un bel ricordo di Arezzo» ha giurato Ugolotti martedì, alla ripresa degli allenamenti. La sua memoria però, l’ha tradito. Ricordando un Arezzo-Samb 2-1 datato 3 novembre 1985 – un precedente importante, visto che il mister rossoblu segnò un gol alla Samb – ha detto: «Ritirai un calcio di rigore sbagliato da Ermini, che l’arbitro fece ripetere». Sbagliato. Quel gol l’allora attaccante aretino lo segnò, ma al Catania. Stagione cadetta edizione ’85-’86, d’accordo, ma l’avversario era la squadra rossazzurra. L’incontro, per la cronaca, terminò con il risultato di 1-1.
Alla Samb Ugolotti segnò su azione, con il sinistro. Aprì le marcature al minuto 24, poi seguirono i gol di Muraro (44′) e del rossoblu Di Nicola (45′). Lo storico giornalista sambenedettese Pino Perotti, sulle colonne dell’Espresso Rossoblu, scrisse: “[…] una serie di rimpalli libera Ugolotti al tiro: la conclusione dell’attaccante dell’Arezzo non ci è parsa irresistibile, ma è bastata per battere Braglia”.
Lo stesso Ugolotti negli spogliatoi fece notare: «Dal mio gol è nata la nostra vittoria. Ho beneficiato di due rimpalli fortunosi, tirando con il sinistro che non è il mio piede».
Ugolotti incontrò poi la Samb in altre cinque circostanze, fino alla stagione ’87-’88: in quell’occasione però – era il 10 aprile, la partita terminò a reti bianche – il tecnico amaranto Angelillo lo escluse dall’undici titolare, facendolo accomodare in panchina. Su quella stessa panchina Ugolotti si metterà seduto domenica prossima. Questa però è un’altra storia.
PRECEDENTI DA ALLENATORE. Ugolotti incrocerà l’Arezzo per la prima volta da allenatore. Nelle passate esperienze maturate a Gela e Acireale infatti, il tecnico rossoblu non ha mai incontrato la formazione toscana. Qualche precedente risale invece ai tempi in cui il tecnico nativo di La Spezia guidava la Primavera della Roma.

Si ringraziano il quotidiano La Nazione e il giornalista Fausto Sarrini

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 783 volte, 1 oggi)