OFFIDA – Stava lavorando, quando il tetto del capannone è crollato sotto il suo peso: per Paolo Saluti, 69enne ascolano, quel voto di dieci metri è stato fatale. Si trovava alla ditta Nexsas della zona industriale sul Tesino, e attorno alle 16:30 è avvenuto l’impatto mortale.
Saluti, di Ascoli Piceno, era molto conosciuto nella sua città, per via dell’attività di impianti tecnologici che da sempre l’aveva visto impegnato sul fronte lavorativo. Dopo lo schianto, subito è stato allertato il 118 ma l’intervento dei soccorsi non è servito a nulla, poiché era morto sul colpo.
Sul luogo sono poi arrivati i Carabinieri della stazione di Offida e il Servizio Spesal, ovvero la sezione anti-infortunistica della Asur 13 di Ascoli Piceno.
La salma è stata poi affidata al dottor Monti che ne ha disposto l’immediato trasferimento all’obitorio di Ascoli Piceno.
Grande dolore nel capoluogo di provincia per una sciagura improvvisa e probabilmente evitabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.767 volte, 1 oggi)