da Sambenedettoggi.it in edicola
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Porto d’Ascoli ha dovuto attendere cinque giornate prima di raccogliere i primi tre punti dell’anno contro il Monticelli. Adesso però serve continuità per poter tornare nelle posizioni di alta classifica, quelle auspicate alla vigilia della stagione. La partita interna contro il Monsampolo rappresenta un test probante in questa ottica.
«Vincere deve diventare la normalità» ha spiegato il tecnico Fabrizio Deogratias. «La squadra sta migliorando e questo mi conforta».
Il Porto d’Ascoli proverà a rompere il digiuno anche tra le mura amiche, dove finora il bottino è magro. Nello specifico: una sconfitta con il Monteprandone (3-1) e un pareggio con la Stella (0-0).
«Siamo sulla strada giusta. I ragazzi si giocano la possibilità di partire titolari, mostrando sempre il massimo dell’impegno. Ciò mi rende orgoglioso della rosa che ho a disposizione».
I biancocelesti contro il Monsampolo ritroveranno vecchi amici: Capecci, Pizi, Troiani, Ciccarelli e Traini.
BORSINO. Ancora incerti i rientri di Pompei e Straccia. Fiorino torna disponibile dopo essere stato tenuto a riposo precauzionale. Perozzi dovrebbe partire dalla panchina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 334 volte, 1 oggi)