TORTORETO – Il comitato cittadino “Solidarietà e sicurezza” costituitosi la scorsa settimana a Tortoreto con lo scopo di essere un punto di riferimento e di assistenza nei confronti delle vittime dell’alluvione, ha avuto lunedì sera la prima riunione pubblica, alla quale hanno partecipato oltre trecento persone. Il comitato si prefigge di raccogliere le richieste e le necessità dei cittadini colpiti dall’alluvione e di girarle agli enti preposti. Tra le priorità emerse dall’assemblea, quella di sapere con esattezza quali saranno i tempi e le modalità di erogazione dei fondi di risarcimento danni, e i criteri di assegnazione degli stessi.

Il comitato si prefigge anche il compito di dialogare con l’Amministrazione comunale e i vari enti interessati affinché vengano programmate ed eseguite tutte le opere necessarie per mettere in sicurezza il territorio ed evitare il ripetersi in futuro di simili catastrofi.
In questi giorni intanto il Comune di Tortoreto continua l’opera di ripulitura di fossi e canali ostruiti dal fango dell’alluvione, e si procede alla pulitura delle strade non ancora definitivamente liberate dallo strato di melma, che ormai quasi del tutto asciugato, libera continue polveri sottili al passaggio delle auto e di mezzi meccanici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.583 volte, 1 oggi)