SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Questo è il reato di cui si è macchiata S. Congo, una donna nigeriana di trentaquattro anni.
Nella giornata di sabato 13 ottobre, durante un’azione svolta nei pressi del confine tra Marche e Abruzzo, il personale della Polizia di San Benedetto del Tronto ha bloccato la donna che, dopo la dovuta perquisizione, è stata trovata in possesso di 6 grammi di eroina e di 225 euro in banconote di diverso taglio.
Gli agenti sono arrivati alla donna dopo essersi insospettiti circa lo strano comportamento di un uomo, un noto pregiudicato, avvistato mentre si avvicinava all’extracomunitaria, dopo aver fatto strane manovre con la propria autovettura per accertarsi di non essere seguito dalle forze dell’ordine.
Entrati in azione i poliziotti hanno dovuto bloccare la tentata fuga della donna che, su disposizione della Procura di Teramo, è stata subito condotta presso il reparto femminile della Casa Circondariale di Castrogno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 387 volte, 1 oggi)