da Sambenedettoggi.it in edicola a 50 centesimi 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da più di quattro anni – si era nel pieno dello splendore della Samb targata Gaucci – il rapporto tra la squadra di calcio cittadina e l’amministrazione comunale è stato sempre turbolento.
Tra momenti più burrascosi (le invettive di Sor Luciano contro l’allora sindaco Domenico Martinelli, anno 2003-04) e altri più amichevoli (la sponsorizzazione di 250 mila euro strappata da Mastellarini sempre a Martinelli, nell’ottobre 2004), si è arrivati al rapporto cordiale tra l’attuale sindaco Gaspari e il presidente della Samb Tormenti.
Cordiale almeno esteriormente: «Secondo la stampa i rapporti tra noi sarebbero complicati: io invece parlo con Tormenti in maniera splendida» ha affermato più di una volta, pubblicamente, il sindaco.
I fratelli Tormenti, da parte loro, alla fine dello scorso campionato hanno controfirmato la convenzione proposta dal Comune nella seduta consiliare del 4 aprile, che assegnava alla Samb un contributo di 115 mila euro. Ma solo dopo lunghi tentennamenti.
Tanto che il club rossoblu, provò ad accennare al Comune l’opzione di utilizzare il Riviera delle Palme per 40 anni, in cambio dei lavori di messa a norma dello stadio. Si parlò addirittura di 13 milioni di euro per adeguarsi al decreto Amato, ma ad Ascoli, per una struttura da 20 mila posti, si è speso meno di 4 milioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.027 volte, 1 oggi)