in edicola con Sambenedettoggi.it a 50 centesimi 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune ha concesso un contributo di 6 mila euro all’Università di Camerino per l’organizzazione del Master in Gestione della Fascia Costiera e delle Risorse Acquatiche che si tiene nella sede presso l’ex Gil sul lungomare.
«E’ scaduto il contratto di comodato d’uso della sede. Al rinnovo della convenzione chiederemo un ampliamento dell’offerta formativa, compreso il corso in Acquacoltura recentemente sospeso. Poi ci piacerebbe fare un’azione congiunta con l’Università per rendere quella sede luogo di mostre ed esposizioni estive», ci dice il consigliere comunale Fernando Palestini.
L’assessore con delega alla Pesca Settimio Capriotti spiega che il contributo del Comune sarà investito dall’Università sotto forma di borse di studio per gli studenti: «Su dieci diplomati nel Master, quattro hanno già trovato lavoro. Contiamo di usare queste competenze nel Parco Marino del Piceno, per il controllo di qualità delle acque e del pescato».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 514 volte, 1 oggi)