GROTTAMMARE – Nel 1807 nasceva l’eroe dei due mondi, Giuseppe Garibaldi. Grottammare e Ripatransone hanno così voluto ricordarne il bicentenrio con una serie di manifestazioni. Madrina d’eccezione della manifestazione è stata Anita Garibaldicollocazione del busto bronzeo di Garibaldi, realizzato dallo scultore Vito Pardo nel 1911, riposizionato al piano terra del palazzo municipale di Grottammare, dopo il convegno di studi.

L’iniziativa, dal titolo “Grottammare, Ripatransone e il Risorgimento“, è stata una due giorni di approfondimento e analisi sulla storia dei moti liberali piceni, precursori dell’Unità d’Italia. Presenti lo storico Mario Arezzini, Pietro Pistelli – giornalista e storico su “Garibaldi nelle Marche, 1849: episodi e cronache”, e, come detto, Anita Garibaldi.

A Ripatransone altri due eventi: questa mattina, al Teatro Luigi Mercatini, è stato presentato il cd sull’opera omnia di Luigi Mercantini, a cura di Basilio Olivieri, alla presenza del giornalista Pietro Pistelli ed Anita Garibaldi. L’evento si è concluso con l’esecuzione della pianista Clementina Perozzi del brano “Inno di Garibaldi” (musica di Alessio Olivieri su versi di Luigi Mercantini).

A Ripatransone si festeggerà un evento storico anche sabato prossimo, 20 ottobre: alle 16 presso in Teatro e poi al Palazzetto delle associazioni, per l’intitolazione dello stesso al Generale Carlo Alberto dalla Chiesa; alla cerimonia parteciperà anche il figlio Onorevole Nando dalla Chiesa, sottosegretario al Ministero dell’Università e della ricerca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 965 volte, 1 oggi)